Parola di Renzo Piano: «L’aeroporto Colombo è molto pericoloso»

Immediata la replica dell’ex sottosegretario Gagliardi: «Non è vero, è atterrato qui l’Air Force One»

Il primo a saltare sulla sedia è stato Alberto Gagliardi, vicepresidente del consiglio comunale di Genova. Mentre il sindaco marta Vincenzi e l’architetto Renzo Piano presentavano alle commissioni riunite i nuovi progetti per la città abbozzati in quel laboratorio di idee che è (o dovrebbe essere) Urban Lab tutto ci si aspettava fuorché sentire un’affermazione che ha fatto rabbrividire i presenti. «Renzo Piano ha detto che il nostro aeroporto Colombo non è sicuro a causa delle piste che non possono essere più allungate né a ponente né a levante», spiega il consigliere di Forza Italia Gagliardi, ancora stupito - il giorno dopo - che nessuno abbia dato molto peso all’affermazione di un professionista che, nel suo campo, è considerato numero uno al mondo.
«L'affermazione dell'architetto Renzo Piano che l'aeroporto di Genova “prima o poi ce lo chiudono perché è insicuro” è una allarmante sciocchezza, soprattutto perché pronunciata in Consiglio comunale con il beneplacito del Sindaco», si sfoga Gagliardi, ex sottosegretario ed esperto a livello di infrastrutture e trasporti.
«In realtà l'aeroporto di Genova - prosegue Gagliardi - è sicuro come la maggior parte degli aeroporti italiani e se i rilievi di Piano fossero reali vedremmo di qui a poco cancellati metà degli aeroporti italiani. Infatti, ad esempio, per dati dimensionali, il Cristoforo Colombo ha una pista più lunga di Linate, di Napoli e di Catania, ossia di aeroporti che hanno un volume di traffico triplo di quello di Genova, e anche di Firenze, che produce anch'esso più traffico». Insomma, chi si accinge a imbarcarsi per un volo da Sestri Ponente, dorma tra due guanciali.
«L'aeroporto di Genova - continua l'esponente di Forza Italia - ha accolto gli aerei del vertice G8, compreso l'Air Force One del presidente Usa, e continua ad accogliere gli Antonov 124, che sono i velivoli merci più grandi del mondo. Pertanto è solare che con qualche aggiustamento l'aeroporto può stare benissimo dove è, a Sestri Ponente, anche perché, come pochi al mondo, è praticamente in città».
L’attacco a Piano è pesante e diretto da parte di gagliardi. che teme in un negativo ritorno di immagine.
«Spiace - conclude Gagliardi - che un personaggio come Renzo Piano ignori queste ovvietà, anche perché i problemi di fondo dell'aeroporto di Genova non riguardano l'aeroporto ma la città di Genova».