Parole da buttare Il Dizionario del 2009 è già carta straccia

ANTIBERLUSCONISMO
Attività da svolgere in proprio o come dipendenti che assicura applausi e un ottimo reddito. Molto meglio che lavorare davvero. Meglio addirittura di fare i giornalisti.

ATEISMO
La religione di Piergiorgio Odifreddi. L’unico dogma è: «Non avrai altro dio all’infuori di Piergiorgio Odifreddi».

BELÉN RODRÍGUEZ

E FABRIZIO CORONA
La coppia scoppia? No, la coppia si sdoppia. Marco Borriello e Nina Moric come inconsolabili single non sono credibili.

BIOLOGICO
Prodotto fatto senza utilizzare additivi chimici, pesticidi, tecnologia... Insomma tipo una mela che invece di sembrare una mela sembra un’oliva però costa come un tartufo d’Alba.

BIOTESTAMENTO
Come tutto ciò che si pregia del prefisso «bio-», è bello e buono. Ciò non toglie che per dargli un senso si deve morire...

CINEPANETTONE
È più snob criticarlo o criticare chi lo critica? Ai posteriori l’ardua sentenza.

CLIMATOLOGO
Scienziato che a tempo pieno altera i dati e a tempo perso genera panico durante i summit internazionali.

COLLABORATORE DI GIUSTIZIA
Persona che ogni tanto parla e ogni tanto sta zitta. E nessuno sa perché. Il motivo è cosa loro (e dei giudici che gli credono a prescindere).

DIGITALE
Una volta era una pianta cara ai poeti (digitale purpurea) e ai malati di cuore. Ora è tutto ciò che ha a che fare con un computer e non capiamo.
DIGITALE TERRESTRE
Ridateci l’analogico pedestre. Magari con le gemelle Kessler al posto dei fratelli Vanzina.

DIZIONARIO BIOGRAFICO

DEGLI ITALIANI
Costa un po’ meno del Ponte di Messina, ma andando avanti così verrà realizzato molto dopo.

EGEMONIA CULTURALE

DELLA SINISTRA
Crollata con il Muro di Berlino, è molto rimpianta a destra: era l’alibi perfetto per giustificare i propri fallimenti.

EINAUDI
Non è più quella di una volta.

EMARGINATO
Avete notato? In Italia tutti gli scrittori dicono di essere emarginati, soprattutto quelli che non hanno successo perché mediocri.

EQUOSOLIDALE
Se fosse semplicemente equo e solidale sarebbe un baratto: qualcosa in cambio di qualcos’altro. Essendo «equo solidale» è un’ipocrisia: qualcosa in cambio della coscienza a posto.

ESCORT
Signorina che si chiude nel vostro bagno con un cellulare e rivela al mondo di che colore avete gli asciugamani (poi la Repubblica titola che è un colore scandaloso).

ETICA
È ridotta a parodia di se stessa, a un’etichetta, nel senso che la si appiccica dappertutto.
EXPO
Esposizione universale che abbiamo strappato per miracolo ai turchi e di cui a Milano si parla molto. Tipo: «Nel mio condominio dobbiamo rifare una grondaia per fare bella figura all’Expo». Eppure non tutti i progetti sono di così alto livello.

FUTURO
La verità è dietro di noi.

GIUSTIZIA
Il sofista Trasimaco sosteneva che era solo ciò che è utile ai potenti. Ora sarebbe costretto a dire che è solo ciò che è utile ai giudici o a qualche giornale (molto democratico).

GRADISCA
O un Comune con seimila abitanti (Gradisca d’Isonzo) o un libro di cui hanno venduto trenta copie equivalenti, monetariamente, al costo di dieci minuti in compagnia della escort che lo ha scritto.

GREMBIULE
Tipico abitino fascista che le maestre impongono ai bambini e i ministri alle maestre: democrazia è sporcarsi con i pennarelli.
INTELLIGHENZIA
Scomparsa da decenni. Termine ormai utilizzato solo da chi avrebbe voluto farne parte.

ISTITUZIONI
In loro difesa si combinano le peggiori porcate.

LIBERTÀ DI STAMPA
Fa rimpiangere la censura.
LODO
Chi si loda s’imbroda, è vero, ma anche chi condanna ha le sue belle gatte da pelare.

MEDIATICO
Una seduta spiritica con l’anima dei sociologi morti, quelli di cui non si sente più alcuna Eco.
MONITO
Chi non riesce a lanciare una riproduzione del Duomo (vedi alla voce «Souvenir») lanci almeno un monito. Che è sempre meglio che lanciare un monitor...

MULTIRAZZIALE
Aggettivo da appiccicare a «società» e a tutto ciò che è bello e auspicabile. E chi non la pensa così è stronzo (tanto per essere educati e tolleranti).

MURO DI BERLINO
Ne abbiamo parlato così tanto che viene da pensare che non l’abbiamo mai abbattuto davvero (non c’è comunista che non giuri di avergli dato una bella picconata).

PANDEMIA
Un pandemonio (o tempesta) in un bicchier d’acqua. La prossima volta, nel bicchiere mettiamoci una spremuta d’arancia. La cara, vecchia vitamina C, ricordate?

PAPELLO
«Da un chimico/ il papello ha poi portato/ e lui/ dopo averlo analizzato/ ha rilasciato un certificato/ in cui diceva /dichiaro così:/ Non è un papello/ ma un crine di cavallo/ uscito dal paltò/ si può sbagliare/ soltanto avendo in cuore/ la gelosia d’amor».
PAPI
Ormai le ragazzine chiamano così il genitore per ricattarlo.

PAPIRO DI ARTEMIDORO
Documento probabilmente finto su cui si fa una discussione forse eterna certamente noiosa. Altri dizionari riportano definizioni più sintetiche, tipo: «Ma chi se ne frega!» o «Canfora te venisse...».

PENSIERO

DEBOLE
Un’idea del filosofo Vattimo che quest’anno ha finalmente capito a chi rivolgersi per vederla attuata. È corso da Antonio Di Pietro.

PREDELLINO
Quasi tutti i politici italiani ne vorrebbero uno ma poi si chiedono: «Se ci salgo io fa lo stesso effetto?». E la risposta purtroppo è: no. Allora si accontentano di una poltrona.

PREMIO LETTERARIO
Il posto giusto per procurare un attacco isterico ad Antonio Scurati.
PROVOCAZIONI
Quelle «intelligenti» nascondono sempre un’orgia di conformismo.

RIPRESA
Ha sempre a che fare con i motori. Il guaio è che c’è sempre qualcuno al quale slitta la frizione. Lui resta illeso, ma vanno a sbattere gli altri.

RONDE
Una volta c’erano quelle del piacere. Adesso ci sono quelle del dispiacere. Occorre aggiungere altro?

SALOTTI LETTERARI
Nessuno dotato di due dita di cervello vorrebbe mai passarci una serata. Tipico degli intellettuali di destra lamentarsi di esserne esclusi.

SAVIANO
Un onesto cronista spesso scambiato per Gesù, Buddha o Maometto. Lui però non ha una croce, ha una scorta.

SOCIAL NETWORK
Sembrava difficile inventare qualcosa di peggio dell’opinione pubblica. E invece...

SOUVENIR
Arma da lancio che ha sostituito nella mitologia comunista la P38.
STATO DI POLIZIA
Qualunque stato in cui non governi il Pd o sia vietata la diffamazione a mezzo stampa.

TRANS
Notizia del 23 dicembre su tutti i giornali: «La Ue mette al bando i trans». Disperazione in Parlamento. Ma per fortuna si trattava solo dei grassi idrogenati dei biscotti.

TWITTER
Andiamoci piano, con questo «giornalismo partecipativo». Noi della casta, anzi, castina, non vorremmo prenderlo nel cesto e finire nel cestino.

UTILIZZATORE FINALE
Espressione a doppio taglio, ha un che di pratico e ultimativo. Più ultimativo che pratico.

WELTHANSCHAUUNG
Ogni intellettuale deve averne una. Molti l’hanno persa ma non è educato mettersi a urlare in un salotto letterario qualsiasi o in un convegno: «Qualcuno ha visto dove è finita la mia Welthanschauung?».

ZERO TITULI
L’irascibile Mou, a furia di masticare invettive, sta diventando come la famosa e omonima caramella: stucchevole. Meglio la Coppa.