«Parole chiare e misurate»

da Milano

La relazione Consob mette d’accordo tutti: unanime è l’apprezzamento dei protagonisti della finanza italiana per il discorso pronunciato ieri dal presidente Lamberto Cardia nel tradizionale incontro annuale. «Una relazione buona, chiara ed esauriente», ha commentato all’uscita da Palazzo Mezzanotte il presidente di Capitalia, Cesare Geronzi. Un intervento «incisivo» nel giudizio del presidente di Mediobanca, Gabriele Galateri di Genola, «interessante» secondo Piergaetano Marchetti, presidente del patto Mediobanca e presidente di Rcs. «Una relazione molto ampia e completa», è stato il commento del presidente di Confindustria e della Fiat, Luca di Montezemolo. Anche Marco Tronchetti Provera, vicepresidente di viale dell’Astronomia, e numero uno del gruppo Pirelli, ha commentato positivamente «una relazione che indica l’ottimo lavoro che sta svolgendo la Consob». All’intervento di Cardia non è mancata l’osservazione del finanziere Stefano Ricucci («eccellente»). Per il commissario straordinario Parmalat, Enrico Bondi, quello di Cardia è stato un messaggio «molto lucido e molto bello». L’amministratore delegato di Fondiaria-Sai, Fausto Marchionni, ha definito le parole di Cardia «equilibrate, complete e puntuali». «Una relazione di gran misura, con un puntuale elenco della situazione dei mercati», ha precisato Fulvio Conti, ad di Enel, e «un vero esempio di trasparenza», per Alessandro Pansa, condirettore di Finmeccanica. Ma per le associazioni dei consumatori, «più poteri alla Consob e più chiare definizioni dei poteri delle Authority avrebbero migliorato e reso più efficace il controllo sia preventivo sia sanzionatorio».