Le parole hanno un peso ma non per certi ministri

Non solo Luxuria, Ferrero, Farina di Prc, ma anche la così detta «sinistra moderata», a cui appartiene la Turco, ha ormai un cliché collaudato. Quando si criticano i loro provvedimenti prima che vengano presi, dicono è per prevenzioni e/o previsioni errate. Quando episodi luttuosi confermano le previsioni, allora le critiche sono fascistoidi, speculazioni sul dolore ecc. Ergo non si deve criticare. Questi signori dimenticano che sono stati eletti per fare gli interessi di tutti gli italiani, non esaudire i desideri delle frange estreme che loro rappresentano. Le parole hanno un peso. Il solo effetto-annuncio della Turco sulla proposta di raddoppio della dose di droga consentita costituisce di per sé un messaggio devastante nei confronti dei giovani, un incoraggiamento diseducativo. Il messaggio è: drogatevi pure ma con misura. L’apertura indiscriminata delle frontiere, e la politica proposta da Ferrero, incoraggiano tutti gli immigrati a venire, onesti, delinquenti, prostitute. Chi ha responsabilità di governo dovrebbe parlare di meno e riflettere di più, possibilmente senza paraocchi ideologici.