Parte «Cibus»: fino a lunedì Roma capitale dell’alimentare

Un intero padiglione dedicato all’eccellenza del «made in Lazio»

Il più grande salone dell’alimentazione del Centro-Sud diventa una vetrina privilegiata per l’eccellenza enogastronomica del «made in Lazio». La prima edizione di Cibus 2007, che parte oggi alla nuova Fiera di Roma e andrà avanti fino a lunedì 16, darà grande spazio ad aziende e prodotti della nostra terra: 139 aziende (51 della provincia di Roma, 34 di Viterbo, 29 di Frosinone, 19 di Latina e 6 di Rieti) in rappresentanza delle più svariate categorie produttive, quattro associazioni di pizzerie e il Consorzio del carciofo romanesco Igp animeranno il padiglione uno, interamente dedicato ai padroni di casa del Sistema Lazio. Il cui fiore all’occhiello è però la firma, che avverrà proprio oggi pomeriggio a Cibus, dell’accordo tra regione Lazio e Unicoop Tirreno per l’immediata commercializzazione dei prodotti dell’agricoltura laziale nella grande distribuzione.
Tanti gli eventi del padiglione laziale. Si comincia oggi alle 11 con l’inaugurazione alla presenza dell’assessore all’Agricoltura Daniela Valentini e del commissario straordinario dell’Arsial Fabio Massimo Pallottini, e poi con degustazioni dei migliori oli e dei migliori formaggi (ore 13,30) e di pane e olio (ore 15). Poi alle 18, oggi e tutte le sere successive, spazio ai cocktail del Lazio. E si va avanti fino a lunedì tra incontri, banchi di degustazione, convegni e altro.
Cibus 2007 è un evento fieristico nuovo, concepito in alternanza a Cibus Parma - che da oltre vent’anni si tiene nella città emiliana negli anni pari - pensando alla specificità del mercato capitolino e di tutta l’Italia centro-meridionale, e in grado di unire le esigenze degli addetti ai lavori (buyer, ristoratori, importatori, giornalisti specializzati) e grande pubblico, cui sarà dedicata l’intera giornata di domenica. Nato come fratello minore di Cibus Parma, che del resto si svolge nel cuore della «cibus valley» italiana, l’appuntamento romano sembra avere le carte in regola per porsi in pochi anni allo stesso livello del primo: si parte con 25mila metri quadri di spazio espositivo, quattro padiglioni dedicati e 750 aziende. Oggi l’inaugurazione all’ingresso Est della Fiera alla presenza del ministro delle Politiche agricole Paolo De Castro, del presidente di Federalimentare Giandomenico Auricchio, del presidente di Unioncamere e della Camera di Commercio di Roma Andrea Mondello, del presidente della Provincia Enrico Gasbarra e dell’assessore Valentini. Altri eventi importanti, oggi dalle 14,30 l’assemblea pubblica di Federalimentare con il presidente di Confidustria Luca Cordero di Montezemolo e lunedì l’assemblea regionale dei pubblici esercizi del Lazio a cura della Fipe. E la sera, eventi mondani in centro, con teatri suggestivi come Palazzo Farnese, la Terrazza Caffarelli e la Casa del Cinema.
Cibus, Nuova Fiera di Roma dal 13 al 16 aprile. Oggi, domani e lunedì ingresso riservato agli operatori professionali dalle 10 alle 19. Domenica apertura al pubblico dalle 12 alle 22.