Parte a gonfie vele il Trofeo Caravella

Massimo Tagliabue

Il Trofeo Caravella taglia il traguardo del ventesimo compleanno e indossa l'abito della festa. La kermesse di calcio giovanile organizzata dal Molassana Boero ritorna infatti ad essere «internazionale» a tutti gli effetti. Ai nastri di partenza ci saranno due compagini straniere, i francesi del Monaco e i tedeschi dell'Fc 08 Homburg, due amici d'oltre frontiera che rappresenteranno i graditissimi ospiti d'onore di un'edizione record: ben 81 squadre ai nastri di partenza, alle quali vanno aggiunte le 18 in lizza nel quattordicesimo MiniCaravella, torneo «gemello» riservato alle categorie Pulcini (Il Caravella dei grandi vedrà invece scontrarsi Allievi, Giovanissimi ed Esordienti). Sarà un vero e proprio evento - monstre, il Caravella targa 2006: da oggi al 17 aprile verranno infatti disputate ben 151 partite. Per questo, è stato necessario allargare il novero delle sedi di gara: campo centrale, come è ovvio, sarà ancora e sempre il Ca' de Rissi, l'impianto di casa, affiancato dal Ca' dei Rissi B per le gare dei più piccoli, ma diversi incontri troveranno ospitalità anche al Ligorna e al XXV Aprile.
Insomma, grandi numeri per una kermesse in costante crescita di prestigio. «Già alla fine della passata edizione - afferma il presidente del club rossoazzurro Boero - avevamo garantito che avremmo fatto il possibile per riportare il Caravella al rango di torneo internazionale: ebbene, la promessa è stata mantenuta. Ma vorrei segnalare anche l'eccezionale partecipazione di squadre nazionali: ci sono società provenienti da ben otto regioni, Liguria compresa. Una menzione particolare la merita la Torres Sassari, che approderà a Genova con ben quattro compagini per un totale di 175 persone».
Come ogni anno, fondamentale per la riuscita dell'evento sarà il lavoro instancabile dei volontari: oltre 120 impegnati full - time: «Uno straordinario esempio di volontariato - ha detto in proposito Giorgio Guerello, assessore allo Sport del Comune di Genova - Dedizione e spirito di sacrificio che dimostrano quanto questo torneo sia sentito come evento di tutti, e come quindi rappresenti un'autentica ricchezza per il nostro territorio». Antonino Sonno, presidente della Figc ligure, ha parole d'elogio per il Caravella e per il sodalizio che lo organizza: «Credo di non esagerare - sentenzia - se dico che questa manifestazione sia una delle più importanti, nel panorama del calcio giovanile, non solo in ambito regionale, ma anche a livello di tutto il Nord Italia. Insomma, il Molassana Boero merita un grande plauso, in quanto insegna come sia ancora possibile vivere il calcio con spirito genuino, secondo principi e valori sani». Il Caravella è patrocinato da Regione Liguria, Comune di Genova, Provincia di Genova, Figc e Coni.