Parte la ricerca di un nuovo partner

Cattolica

Il nuovo piano di Cattolica Assicurazioni sarà pronto entro il mese di febbraio e forse, per quella data, sarà individuato anche il nuovo partner per la bancassicurazione dopo la rottura dell’accordo con il Banco Popolare mentre sarà possibile anche una crescita per linee esterne grazie alla liquidità di 473 milioni dell’accordo con Mapfre e i 400 milioni dell’aumento di capitale approvato dal consiglio. I vertici della banca sono impegnati a tracciare il nuovo piano che si fonderà da un lato sull’intesa nel comparto auto con il tradizionale alleato spagnolo Mapfre (modificato a dicembre con l’ingresso degli iberici in Duomo assicurazioni) e dall’altro con nuove partnership nella bancassicurazione. Dopo essere sfumato l’accordo con il Banco sono pervenute alla Cattolica diverse offerte da istituti di credito popolari tra cui si è fatto il nome di Popolare di Vicenza.