Parte la trattativa sui contratti del futuro

da Roma

Parte ufficialmente la trattativa tra sindacati e Confindustria sulla riforma delle relazioni industriali. Martedì i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil vedranno il presidente di Confindustria Luca Cordero di Montezemolo per il primo di una serie di incontri che dovrebbero portare alla riduzione dei contratti di lavoro, all’allungamento della loro durata e, soprattutto, al rafforzamento del livello aziendale rispetto a quello nazionale per legare gli aumenti alla produttività. Un appuntamento al quale i tre sindacati confederali vanno con animo diverso.
Più positivo quello di Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti, leader di Cisl e Uil, che da tempo chiedono la riforma. Più prudente Guglielmo Epifani. Quella di martedì è «una prima presa di contatto», ha precisato il segretario della Cgil spiegando che prima di entrare nel vivo bisognerà vedere l’esito del disegno di legge sul welfare. In realtà l’attesa più pressante è quella per il contratto dei metalmeccanici. Una volta chiuso, Epifani potrà affrontare la trattativa con meno pressioni da parte delle tute blu Fiom.