Partecipate, la Moratti in rosa vuole il 50% di donne e nomine non politiche

Un ordine del giorno che impegna il consiglio a favorire almeno il 50% di donne e di personalità della società civile negli enti e nelle partecipate del Comune. A presentarlo è Letizia Moratti che ha incassato la firma della capogruppo del Pd Carmela Rozza. «Abbiamo votato l’odg - ha spiegato Rozza - ma rimane la contraddizione: chi l’ha proposto aveva in Giunta una sola donna». «Alle quote rosa ero contraria, poi ho visto che difficoltà hanno per entrare. Nella mia giunta - replica l’ex sindaco - c’erano 4 donne oltre a me». Pisapia: «Ha copiato il programma». Astenuti il presidente Rizzo e il grillino Calise, contrario il radicale Cappato.