Partita aperta fra Picozzi e De Luca E l’ago della bilancia è il Terzo polo

Sfida aperta (e sudatissima) a Limbiate. Qui, infatti, Eugenio Vincenzo Picozzi, alfiere del centrodestra supportato dal Popolo delle libertà, che ha ribadito l’alleanza e la collaborazione con la Lega Nord, oltre al supporto di tre liste civiche, con un buon 45,79% dei consensi, si scontrerà con Raffaele De Luca, spinto al 40,73% dei suffragi raccolti al primo turno da tutta l’«armata rossa» (Partito democratico, Idv, Sel e due liste civiche). A fare da terzo incomodo (sia pure dall’esterno e, quindi, indirettamente), come spesso succede, sarà il terzo classificato, ed escluso quindi dal ballottaggio, che risponde al nome di Carlo Schieppati, rappresentante del Terzo Polo, formato da Udc, Fli e da due liste civiche. Il quale con i suoi voti raccolti due settimane fa alla prima tornata elettorale, pari a un significativo 10,19%, finirà col costituire il vero ago della bilancia in questo imprevedibile confronto elettorale.