Partita vera, ma siamo forti

Caro direttore, mai come in questo momento noi genoani dobbiamo capire quanto sia importante stare vicino alla squadra in modo intelligente e non «pressante». Quella con il Venezia sarà partita vera dove non ci regalerà niente nessuno, come è giusto che sia. Alle follie dei giocatori, veramente di scarsa professinalità in quel di Piacenza, non deve corrispondere la non educazione sportiva e civica del popolo genoano. Il genoano sa soffrire ed anche in questa circostanza ci dimostreremo all'altezza. La voglia è tanta, l'amore per la maglia infinito. La squadra del Genoa ha bisogno di carica positiva e non di isterismi. Con il Venezia pubblico e giocatori devono essere un tutt’uno fatto di lealtà e cattiveria sportiva, quella sana, decisi a raggiungere, sul campo, l'obbiettivo prefisso. Il giudice ha deciso, questo è lo sport, ora tocca a noi vincere sul campo dimostrando di essere i più forti.