Partite truccate Arrestati il padre e lo zio di Rooney

Ci sono anche Wayne Rooney Senior e Richie Rooney, padre e zio della stella del Manchester United e della nazionale inglese, fra le nove persone arrestate ieri in Scozia nell’ambito dell’inchiesta su una presunta partita truccata.dWayne Sr., 48 anni, e Richie Rooney, di 54, sono stati fermati a Liverpool mentre a Glasgow la polizia ha prelevato Steve Jennings, ventiseienne centrocampista del Motherwell.
Nella gara incriminata della Premier league scozzese, vinta 2-1 dagli Hearts nel dicembre 2010, con un rigore nel finale, Jennings fu prima ammonito e poi insultò l’arbitro rimediando il secondo giallo che gli valse l’espulsione a otto minuti dal termine. Secondo l’accusa il giocatore l’avrebbe fatto di proposito. Gli investigatori hanno detto che un flusso anomalo di scommesse fu riscontrato proprio sull'espulsione di un giocatore in quel match e una giocata era partita da un conto corrente di Liverpool.
Jennings si era trasferito al Motherwell nel 2009, il club per il momento non ha voluto ancora commentare l'accaduto. Per quanto riguarda il padre di Rooney, infine, la polizia inglese non ha voluto riferire ulteriori dettagli sul coinvolgimento nell'operazione. Per tutti i fermati l’accusa è di concorso in frode ai danni delle agenzie di scommesse.