«Partite vendute Se parlo muoio»

«Non punterò l’indice facendomi ammazzare per il calcio. Se facessi il nome di una persona o di una squadra metterei a repentaglio me stesso. Ma oggi 30 partite su 50 sono aggiustate. È una tragedia, e non so perchè facciamo ritiri estivi, perchè abbiamo giocatori e allenatori». È la grave denuncia di Dejan Savicevic, presidente della federazione montenegrina. «Nei 5 anni passati al Buducnost Podgorica, 2/3 incontri furono truccati dalla mia squadra, mai nella Stella Rossa». Savicevic ha ricordato l’assassinio di Bulatovic, segretario federcalcio ucciso a Belgrado.