Partiti pesanti e partiti presenti

Caro Direttore, gli interventi di qualificati Dirigenti nazionali di Forza Italia e del Coordinatore Sandro Bondi mettono in evidenza la necessità di un forte intervento organizzativo al nostro interno per una rinnovata iniziativa. politica.
In particolare l’intervista di Claudio Scajola ha messo in evidenza il punto critico dell'organizzazione del nostro movimento, quando sottolinea che Forza Italia, finora si è basata sulle capacità di un grande leader carismatico, come Silvio Berlusconi e su un popolo entusiasta che ne ha condiviso e sostenuto i progetti.
Infatti, per superare la macchina organizzativa, della sinistra. che sul territorio ha una capillare «presenza» con una grande capacità di pressione, bisogna che noi contrapponiamo un partito non pesante ma presente. Le nostre idee e i nostri programmi debbono essere difesi anche in periferia dalle strumentalizzazioni e dalla disinformazione con una presenza attenta, specie durante le campagne elettorali ed in particolare nelle operazioni di scrutinio.
Il dibattito che si è aperto su il Giornale, ricco di numerosi interventi, mi fa ben sperare e fa presagire che stia per maturare una iniziativa politica che ridia vigore alla nostra organizzazione e fiducia al nostro elettorato.
Capogruppo in Comune di Forza Italia