È partito il censimento degli editori

Parte «Più libri più liberi»: la fiera della piccola e media editoria sarà aperta al pubblico da questa mattina all’11 dicembre, presso Sala Petrarca del Palazzo dei congressi dell’Eur. Giunge alla IV edizione l’iniziativa promossa dall’Aie (Associazione italiana editori), dal ministero per i Beni e le attività culturali, e dell’Istruzione, dal Comune e Provincia di Roma, e dalla Regione Lazio. Tema di quest’anno: la questione dello scarso interesse degli italiani verso la lettura.
Nonostante le numerose manifestazioni di promozione della lettura e dell’editoria, l’Italia è un paese di pochi lettori. L’Aie ha effettuato a riguardo uno studio-censimento che sarà punto focale del convegno curato all’interno della manifestazione: «Parlate parlate, qualcosa resterà. I festival della letteratura e la lettura di libri».
L’incontro, moderato da Michele Mirabella, si terrà sabato 10 dicembre alle ore 14 presso il Palazzo Congressi dell’Eur. Personalità del mondo dell’editoria e della cultura si confronteranno per elaborare modelli e iniziative che riescano ad attirare il pubblico italiano sui libri. Fra i presenti: Alex Buriani della Publica.Swg, Maria Stella Rasetti della biblioteca comunale di Empoli, Mario Morcellini dell’università La Sapienza di Roma, Giovanni Peresson dell’ufficio studi Aie, e Giulia Rodano assessore alla Cultura della Regione Lazio.