Il Partito comunista lavoratori fa il «terzo incomodo» a Cairo

da Cairo Montenotte

Tre le liste che si presentano a Cairo Montenotte per la successione del sindaco di centrodestra Osvaldo Chebello, deceduto nell'ottobre del 2006. La Casa delle libertà presenta la lista «Cairo 2000», guidata dall’attuale sindaco reggente, il farmacista 63 enne Pierluigi Vieri. Il centrosinistra candida Fulvio Briano, avvocato di 36 anni, con la lista «Più futuro per Cairo». Infine, il terzo schieramento con il candidato Giorgio Magni, 73 anni, pensionato, per il Partito comunista dei lavoratori. Il programma della lista «Cairo 2000» e del candidato a sindaco Pier Luigi Vieri punta sulla continuità dell'azione amministrativa di Chebello, «con l'obiettivo di concretizzare il binomio lavoro-qualità della vita, per il quale è fondamentale un programma articolato nei diversi settori della vita pubblica, che garantisca infrastrutture, opere pubbliche e dell'ambiente; iniziative e progetti socio-culturali, del tempo libero e delle attività sportive; attenzione alle richieste dei cittadini e delle associazioni».
Un centrosinistra stavolta compatto, dopo le scissioni di Verdi e Margherita, cerca la rivincita: i Ds hanno lasciato spazio paritetico a Margherita, Verdi, Rifondazione, Pdci, Sdi e Italia di mezzo, entrata nel centrosinistra con il candidato Gianni Faraone. «Queste sono elezioni che nessuno di noi avrebbe voluto - sottolinea Fulvio Briano -. In questi tre anni ho fatto opposizione costruttiva all'azione della maggioranza, ma mai mi sono permesso di criticare le doti umane di un sindaco con cui ho sempre avuto un rapporto di reciproco rispetto e stima». Il candidato sindaco del Partito Comunista dei Lavoratori Magni annuncia una lotta serrata su Ferrania, puntando il dito contro la politica dell'attuale amministrazione, che avrebbe peggiorato la situazione industriale e dei lavoratori dell'azienda.