Partito il Giro d'Italia: il primo in rosa è Gasparotto (Liquigas)

La Liquigas ha vinto la crono a squadre di 25,6 km che ha aperto il
90° Giro d’Italia. Enrico Gasparotto è la prima maglia rosa della corsa dopo la frazione
che ha portato il gruppo da Caprera a La Maddalena

La Maddalena (Sassari) - La Liquigas ha vinto la crono a squadre di 25,6 km che ha aperto il 90° Giro d’Italia. Enrico Gasparotto è la prima maglia rosa della corsa dopo la frazione che ha portato il gruppo da Caprera a La Maddalena. Il corridore subito dopo la corsa si è avvicinato al suo direttore sportivo Roberto Amadio pedalando verso il furgone Liquigas: "Mi dispiace per Danilo". La prima maglia rosa del Giro è la maglia rosa più casuale che si potesse immaginare. "Ha fatto la discesa a tutta, dopo la curva era in testa e ha tagliato il traguardo per primo", ha spiegato Amadio. Al termine della crono squadre da Caprera a La Maddalena, vinta dalla Liquigas, la maglia rosa va sulle spalle del corridore in maglia verde che per primo ha tagliato il traguardo, ossia l’ex campione italiano che nessuno si aspettava, quando a tavolino il leader designato era stato Danilo Di Luca. "Vuol dire che la maglia rosa la prenderò più in là, quello che conta e che ha vinto la squadra - ha detto Di Luca - ho gridato a Gasparotto di rallentare ma non potevo certo fermare il mio compagno di squadra. Ma sono felice lo stesso". Polemica quindi in parte rientrata in casa Liquigas, perchè in questo modo la pressione del leader non è sulle spalle del favorito corridore abruzzese.