Partito il piano Esquilino sicuro

Un piano speciale per l’Esquilino-sicuro. Controlli delle forze dell’ordine ma anche mediazione sociali ed educazione alla legalità. È il progetto «Termini-Esquilino sicuri» per il quale la giunta comunale ha approvato lo stanziamento di 368mila euro. Tale progetto, avviato il 13 maggio 2005 si sviluppa tra la Stazione Termini e Piazza Vittorio, Piazza della Repubblica fino a Porta San Giovanni, con interventi programmati anche per il Colle Oppio.Si avvale dell’apporto dell’Assessorato alle Politiche Giovanili, Rapporti con le Università e Sicurezza, Gabinetto del Sindaco, Corpo della Polizia Municipale, I Municipio, Arvuc (Associazione romana vigili urbani in congedo), associazioni per la mediazione sociale sul territorio e associazioni che operano negli istituti scolastici superiori; hanno aderito tutte le Forze dell’ordine e le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil, Grandi Stazioni Spa, Gruppo Fs Spa, Rapporti Istituzionali, Caritas Diocesana, Parrocchie e chiese, associazioni culturali e di commercianti della zona. Attraverso varie fasi, mediazione sociale e dei conflitti, attività di controllo del territorio e potenziamento della vigilanza del territorio, il Campidoglio spera di recuperare un quartiere ai romani.