Partito unico, l’idea che seduce destra e sinistra

La proposta del «partito unico» nelle ultime settimane ha contagiato simultaneamente i due schieramenti politici in cui è diviso il Paese. Oggi è un obiettivo prioritario di entrambi i candidati premier - Silvio Berlusconi e Romano Prodi - nonostante la proposta incontri in alcuni settori delle due coalizioni un’accoglienza fredda. Proprio di questo argomento si occupano le riviste liberal e Ideazione. Il nuovo numero di liberal diretto da Ferdinando Adornato - da oggi in edicola - dedica la copertina al «partito della libertà», a come può nascere e a come dovrà essere, con un’ampia sezione di riflessioni politiche sulla nuova casa comune dei moderati e dei riformisti, un traguardo decisivo della storia italiana: tra i molti contributi, quelli dello stesso Berlusconi e poi di Tabacci, Gasparri, Bondi, D’Onofrio, Forlani, Cicchitto, Foa, Cazzola, Malgieri, Galli, Secchi, De Maio e Roberto de Mattei su «I valori dell’Occidente» di cui anticipiamo una parte. Ideazione dedica un’ampia sezione del prossimo numero - in uscita ai primi di luglio - al dibattito sul partito unitario del centrodestra: in primo piano l’intervista al presidente del Senato Marcello Pera, realizzata dallo storico Giovanni Orsina; quindi una serie di analisi sul progetto berlusconiano del direttore di Ideazione Pierluigi Mennitti, del direttore de L’Indipendente Gennaro Malgieri, dell’economista Francesco Forte e dello storico Roberto Chiarini, collaboratore de Il Giornale, del cui articolo presentiamo in anteprima ampi stralci.