Partono i rimborsi: ai creditori 70 milioni di euro

da Milano

Via ai primi pagamenti agli obbligazionisti e ai creditori della Cirio, vittime del default firmato da Sergio Cragnotti. Oggi il giudice delegato del tribunale fallimentare di Roma, Antonio La Malfa, depositerà il provvedimento che rende effettivo il piano di riparto messo a punto dai tre commissari straordinari del gruppo. Nel giro di una settimana, attraverso bonifico o raccomandata, arriveranno i primi soldi, per un totale di 70 milioni di euro. In questa prima tranche di rimborsi rientrano i creditori di tre delle sette emissioni obbligazionarie (una di Cirio Finance Luxembourg e due del Monte Finance Luxembourg) per un valore di 500 milioni di euro. Inoltre, saranno rimborsati i creditori di Cirio Del Monte Italia. Integralmente verranno pagate le spese per la procedura e saranno rimborsati tutti i creditori privilegiati. A quelli chirografari (cioè coloro che non godono di alcun privilegio, tra cui si contano gli obbligazionisti) sarà pagato solo il 6,2%. «Presto - spiega all'Ansa Luigi Farenga, uno dei tre commissari straordinari - ci saranno altri riparti, alcuni di questi potrebbero essere molto più soddisfacenti per gli obbligazionisti. Contiamo di concludere i riparti entro l'estate». I commissari straordinari si stanno anche occupando delle azioni di responsabilità e delle revocatorie: per questo capitolo si prevede qualche passo avanti entro la fine del mese.