Per partorire chiede la presenza degli agenti

L'originale richiesta di una donna di 40 anni: prima di sottoporsi al parto cesareo, chiede la presenza i carabinieri. Il comandante: "Crisi d'ansia"

Foggia - Deve partorire, ma vuole farlo solo in presenza di un carabiniere. E' l'originale richiesta di una donna di 40 anni che, giunta da un altro comune agli Ospedali riuniti di Foggia, ha chiesto con insistenza che arrivassero i carabinieri prima di sottoporsi al parto cesareo che i medici avevano ritenuto necessario. Per il comandante della Compagnia di Foggia, Giuseppe Adinolfi , "si è trattato solo di una crisi di ansia che ha colto la signora prima di entrare in sala parto". L’ufficiale spiega che "non c’erano motivi di altro genere". "Noi - prosegue - per tranquillizzare la signora, tra l’altro accompagnata da alcuni parenti, abbiamo acconsentito a lasciare, nei pressi della porta della sala operatoria, un nostro militare: solo per dare la tranquillità necessaria". E infatti, dopo aver visto che il carabiniere era arrivato veramente, la partoriente si è tranquillizzata e si è sottoposta all’anestesia necessaria per l’intervento. Poco dopo è nata una bella bambina.