Pasqua magrissima, meno romani in vacanza

Pasqua magra per i vacanzieri romani. Quest’anno resterà nella capitale il 5 per cento in più dei romani rispetto allo scorso anno. Lo rivelano i dati della Fiavet Lazio, che traccia un primo bilancio sull’andamento delle prenotazioni, effettuato esaminando la rete delle agenzie di viaggio regionali.
A incidere sulla decisione delle famiglie di rimanere a casa c’è in primis, naturalmente, la tendenza al risparmio, sommata quest’anno all’incertezza psicologica legata al periodo pre-elettorale, che incide negativamente sui programmi legati alle spese e, dunque, sulla decisione di fuggire per le vacanze. Anche il budget medio stanziato per le vacanze pasquali è inferiore rispetto al 2007, e si attesta intorno ai 400-500 euro. Non è una sorpresa, quindi, che chi decide di allontanarsi scelga le «minivacanze», i week-end o le vacanze brevi, che spesso non superano le tre notti e preferisca restare sul territorio nazionale.
«Benissimo vanno invece i last minute - racconta Cinzia Renzi, presidente Fiavet Lazio - questo mese le prenotazioni sono quasi ferme, ma gli operatori prevedono che ci sarà un’impennata di richieste in questi giorni, a ridosso della Pasqua. Meta principale si conferma comunque l’Italia, con i soggiorni nelle stazioni sciistiche del nord Italia e dell’Abruzzo e i weekend nelle città d'arte. Grande richiesta anche per le coste laziali e toscane, con pernottamento in agriturismo o sulle orme dei percorsi enogastronomici». Lievita anche il numero delle famiglie che sceglie pacchetti in hotel o relais con spa e centri benessere.
Mentre calano i viaggi nei Paesi esotici, vanno bene quelli nelle città europee. «Madrid, Barcellona, Amsterdam, Parigi, Londra e Lisbona - sostiene Cristina Compagno, di Elly Travel, in via Papiria - fanno la parte del leone. I vacanzieri non disdegnano, poi, Istanbul, che è la vera grande novità del 2008».
Addio, invece, a Maldive, Seychelles e Caraibi: il prezzo durante le festività lievita rispetto ai periodi normali, rendendo queste isole meno attraenti. Così tantissimi manti del mare preferiscono raggiungere questi atolli durante altri periodi dell’anno, quando partire viene meno. Tra le mete più esotiche resiste soltanto il Mar Rosso, che offre sole, divertimento e relax a prezzi concorrenziali e con formule per tutti i gusti, dal villaggio che accetta i bambini all’albergo esclusivo, così da soddisfare tutti dalle famiglie, alle coppie e perfino i single.