Pasquino (ex Pd) «Sergio Cofferati? Non lasci solo il piccolo Edoardo»

Dopo la condanna del tribunale del lavoro per comportamento antisindacale, Sergio Cofferati non è candidabile ai sensi dello codice etico del Pd. Lo sostiene Gianfranco Pasquino, politologo, ex parlamentare e candidato sindaco a Bologna. «Se il Codice Etico del Pd avesse un senso non dovrebbe neppure essere candidato», sostiene Pasquino che fa appello agli elettori del Nord-Ovest perché «decidano di non destinarlo a Strasburgo lasciandolo all’affetto del figlio Edoardo».