Passa la fiaccola: cancellata l’amichevole della Nazionale

Il problema della sicurezza alle Olimpiadi di Pechino ha toccato direttamente l’Italia, coinvolgendo la nostra nazionale olimpica. Nella giornata di ieri, infatti, la squadra allenata da Pierluigi Casiraghi si trovava a Qinhuagdao per prepararsi ad affrontare uno dei test preolimpici organizzati per portare gli azzurrini al meglio della forma per il 6 agosto (giorno dell’inizio del torneo calcistico). Per le 16 era in programma un amichevole con la squadra locale del Guolan ma in mattinata è arrivata la notizia dell’annullamento. Un comunicato della Figc ha chiarito il fatto: «Il comitato che si occupa della sicurezza pubblica nei territori dei Giochi Olimpici ha informato che la partita non si sarebbe giocata per non abbassare il livello di guardia per il passaggio della fiaccola Olimpica a Qinhuagdao». La decisione, scaturita la notte precedente, ha probabilmente tenuto conto della grande quantità di agenti che la polizia cinese sta mantenendo dall’inizio del viaggio della torcia olimpica: dovendosi dividere anche con l’amichevole della nazionale olimpica italiana, ha preferito non rischiare di non poter fornire un’adeguata sicurezza per entrambi gli eventi. Casiraghi, comunque, l’ha presa con filosofia: una volta saltato il test, ne ha creato un altro, «inventandosi» gli avversari. È stata infatti organizzare una partitella in famiglia: meno fascino, ma non necessitava di agenti di controllo.