Passa alla Nato il comando militare

Al termine di una cerimonia ufficiale che si è tenuta nella capitale Kabul, la Nato ha assunto il controllo delle operazioni anche nell’Est dell’Afghanistan, finora gestito direttamente dalle forze armate degli Stati Uniti. Adesso l’Alleanza Atlantica controlla militarmente con la sua Forza internazionale d’assistenza e sicurezza (Isaf) l’intero Paese. Con 12mila soldati in più, l’Isaf può contare attualmente su 31mila uomini in rappresentanza di 37 Paesi, tra i quali l’Italia che ha inviato 1.900 soldati. Solo 8mila soldati americani, impegnati nella caccia ai terroristi di Al Qaida, continueranno a operare al di fuori della missione Nato. Il passaggio di consegne è avvenuto presso il quartier generale dell’Isaf alla presenza del presidente afghano Hamid Karzai, del comandante dell’Isaf, il generale britannico David Richards, e del generale americano Karl Eikenberry, che aveva il comando delle forze della coalizione internazionale.