Passadore In crescita raccolta, utili e impieghi Rinnovato il consiglio

Raccolta e impieghi in forte crescita nel 2008 per la Banca Passadore che rinnova in parte il consiglio di amministrazione con l’ingresso di Marco Vitale, JeanLuc Steinhauslin, Guido Ferrarini e Carlo Pavesio. L’assemblea dei soci dell’istituto di credito genovese ha approvato il bilancio che mette in evidenza una raccolta diretta da clientela di 1.385 milioni (+4,5 per cento sull’anno precedente), mentre gli impieghi ammontano a 905 milioni (+9,2 per cento) e i titoli in deposito registrano una flessione a 3.014 milioni (ma il calo è inferiore al 4 per cento). L’utile netto sale a 9,7 milioni (+2,2 per cento). Nell’occasione, l'assemblea ha approvato la distribuzione di un dividendo unitario di 10 centesimi di euro, invariato rispetto al precedente esercizio. Dopo il riparto dell'utile il patrimonio della banca sale a 122 milioni (+5 per cento); l'indice «core tier 1», che misura la solidità e la stabilità patrimoniale della banca, si colloca all'11 per cento.
Per effetto della nomina dei nuovi amministratori che resteranno in carica nel prossimo triennio, gli organi sociali dell’istituto risultano così formati: nel Consiglio di amministrazione siedono Agostino Passadore (presidente), Carlo Acutis (vicepresidente), Franco Azzoaglio, Alberto Brignone, Franco Buzzi, Gianfranco Carli, Giovanni Dellepiane, Guido Ferrarini, Alessandro Garrone, Augusto Passadore, Francesco Passadore, JeanLuc Steinhauslin (amministratori), e Carlo Pavesio e Marco Vitale (amministratori indipendenti). Il collegio sindacale è composto da Annamaria Ceppi (presidente), Cesare Ferrero e Alberto Zaio (sindaci effettivi). Il consiglio di amministrazione, a sua volta, ha confermato l'attuale direzione: Francesco Passadore (direttore generale), Edoardo Fantino (condirettore generale), Augusto Passadore, Renzo Preziuso, Lucio Siboldi, Renzo Parodi e Maurizio Vassallo (direttori centrali). Trend positivo, infine, anche nel primo trimestre del 2009, con incrementi in tutte le principali voci rispetto al 31 marzo 2008: in particolare, la raccolta diretta è cresciuta mediamente del 14 per cento, i titoli a custodia del 2, e gli impieghi alla clientela dell'11.