Il passaggio della nave?Tradizione consolidata:la lettera del sindaco

Ad agosto la Costa annunciava il passaggio, come da "tradizione", della Concordia vicino al porto. Il sindaco ringraziò per l'evento che si ripete "da anni". Ora sostiene: "Il saluto non è una prassi". <a href="/video/il_saluto_navi_gigliesi/id=costa_saluto?" target="_blank"><strong>VIDEO</strong></a>

Mentre continua la lotta contro il tempo per salvare i dispersi, scoppia la polemica sulla tragedia che, forse, si poteva evitare. Anche considerando che non era la prima volta che la Concordia passava così vicino alla costa dell'isola del Giglio. Una tradizione consolidata, come viene fuori da una serie di comunicati riportati dal sito Giglionews.it. Gli articoli non sono più online, ma la copia cache di Google permette di leggerli.

Nel primo articolo, si legge che domenica 14 Agosto 2011, "la Costa Concordia della Società di Navigazione Costa crociere S.p.A., effettuerà uno spettacolare passaggio ravvicinato all’Isola del Giglio". La nave sarebbe passata davanti al porto e avrebbe salutato residenti e turisti con la sirena. Un evento non insolito di cui era a conoscenza anche il sindaco del Giglio, tanto che nel comunicato si legge: "Si ringrazia anticipatamente la Costa Crociere, il Comandante della nave, il Sindaco Sergio Ortelli e il Comandante di Porto Capitano Mirko Cugini, per la spiccata sensibilità manifestata nei confronti della nostra tradizione marinara".

Solo qualche giorno dopo la risposta di Ortelli al comandante: "Dopo l'incredibile spettacolo di ieri sera, con il passaggio della supernave Concordia davanti a Giglio Porto, non potevo esimermi dall'inviarle un messaggio di compiacimento a nome di tutta la nostra comunità, compresi i graditi ospiti turisti, omaggiati da questo importante evento". E si scopre un altro dettaglio. Il passaggio vicino al porto - che il sindaco definisce "un'irrinunciabile tradizione di cui ne sono onorato" - è stato possibile grazie a un altro storico comandante, Mario Palombo. Ortelli ringrazia inoltre la compagnia "che oramai da anni premia in questo modo un'isola tra le più belle del panorama insulare nazionale". 

La replica del comandante non si fa attendere "E' ormai la seconda volta che effettuo il passaggio di fronte all'isola del Giglio nel mese di agosto con la Costa Concordia. Era stata una meravigliosa esperienza tre anni addietro, ed è stata altrettanto emozionante quest'anno".

Eppure Ortelli si difende: "Non è assolutamente una prassi e le mie parole erano rivolte al comandante della Concordia, Massimo Calisto Garbarino, che aveva fatto un regalo ai turisti, in piena sicurezza, e forse aveva anche voluto salutare un vecchio comandante della Costa"