Il passaporto si prenota dalla poltrona

Da domani sarà possibile ottenere il passaporto semplicemente prenotando l’appuntamento con la questura o i commissariati. Stop, dunque, alle code e alle lunghe attese negli uffici di corso Aurelio Saffi. L’importante innovazione, una vera e propria rivoluzione del settore, è stata presentata in questura a Genova dal primo dirigente dell’ufficio passaporto Patrizia Aprea. A partire dal 13 novembre, infatti, i genovesi collegandosi al sito passaportionline.poliziadistato.it e fornendo il proprio codice fiscale potranno prenotare un incontro con un funzionario di polizia per la compilazione dei moduli e la presentazione della domanda. Si dovrà poi aspettare quindici giorni o un mese al massimo per ritirare il documento valido per l’espatrio. L’appuntamento sarà personale e si potranno richiedere fino a tre passaporti per diretti familiari. Dopo l’iscrizione sul sito la conferma avverrà via posta elettronica. Si potrà scegliere se recarsi negli uffici Pas oppure nei sette commissariati cittadini.
Per chi non è esperto di internet o web l’appuntamento potrà essere preso da una stazione dei carabinieri oppure dai comuni di tutta la provincia. Per tutti i nuovi passaporti, inoltre, è previsto l’obbligo delle impronte digitali e si potrà richiedere il documento d’urgenza specificandone alla questura le motivazioni. Il nuovo corso non dovrebbe creare un maggiore lavoro agli agenti ma come spiega la stessa Aprea «servirà a snellire le pratiche e ridurre i tempi di attesa».