Passare al Gpl o al metano

GPL e gas naturale (metano) si stanno facendo strada grazie a prezzi alla pompa di 0,451 euro al litro e di 0,880 euro al chilogrammo di metano (corrisponde a circa 1,7 litri di benzina). Le strade per passare al gas sono due: acquistare un’auto nuova già predisposta, sono almeno una settantina quelle presenti in listino, oppure fare montare un kit di trasformazione. Nel secondo caso i costi vanno da 550 a 1.800 euro per un impianto a GPL, e da 1.000 a 2.300 per uno a gas naturale. Possono essere modificate tutte le auto a benzina, anche quelle più anziane, e in teoria anche i diesel potrebbero funzionare a metano (ma con costi molto superiori). Se si compra l’auto nuova in questo periodo sono previste numerose promozioni, che si aggiungono agli incentivi statali, che vanno da 1.500 a 2.800 euro. Il boom delle richieste ha invece fatto esaurire rapidamente i fondi stanziati dallo Stato per le trasformazioni: 350 euro per il GPL, 500 per il metano. Ma presto potrebbero tornare, attingendo a quelli non utilizzati negli anni passati. Gli impianti sono sicuri, l’inconveniente maggiore è rappresentato dalla reperibilità: i distributori di GPL in Italia sono 2.400, quelli di metano circa 600, ma solo 19 di questi sono in autostrada.