Passato, presente e futuro di Cunningham

La rassegna Tersicore propone «Event» un omaggio alle più celebri creazioni di uno dei padri della coreografia moderna

Alessandra Miccinesi

Il patriarca della danza applaudito in tutto il mondo ormai non balla più. Lascia che a dare corpo alle sue voci interiori e alle eclettiche intuizioni legate all'avanguardia musicale di Duchamp e John Cage, alla videoarte di Rauschenberg e Warhol, e alla tecnologia contemporanea applicata alla danza, siano i quattordici artisti della sua storica compagnia, la Merce Cunningham Dance Company, i quali questa sera all'Auditorium Conciliazione proporranno Event. Una speciale performance creata dall'ottantasettenne coreografo statunitense, pietra miliare della danza moderna e autentico rivoluzionario del teatro di ricerca del novecento, che esalta le normali modalità di lettura di uno spettacolo live.
Event è una speciale partitura sperimentale senza interruzioni che, come spiega lo stesso Cunningham: «Propone danze complete, estratti da coreografie di repertorio, e nuove sequenze realizzate per particolari occasioni, con la possibilità di realizzare altre attività nello stesso momento». Arte nell’arte insomma. Adattabile a ogni spazio scenico individuato per la messa in scena, Event è stata «aggiustata» anche per essere danzata sul rinnovato palco dell’Auditorium.
La coreografia, sviluppato su colonna sonora realizzata live dai musicisti della compagnia Takehisa Kosugi e Alvin Curran, è un’occasione più unica che rara per confrontarsi con le articolate invenzioni di Merce Cunningham, il più intellettuale tra i coreografi inclusi nella rassegna «Tersicore - Nuovi spazi per la danza». Lui, che dal ’39 al ’45 fu solista della storica compagnia di Martha Graham, e che nell’aprile del ’44 a New York presentò il suo primo «solo concerto» col sodale musicista John Cage, inaugurando una nuova e geniale stagione dell’arte contemporanea, dopo oltre mezzo secolo di attività è considerato ancora oggi il caposcuola dell’arte coreutica. Un patriarca della danza, un ardito catalizzatore delle più diverse forme d’arte contemporanea. Le coreografie (oltre duecento, tra cui spiccano: Kick, Fall and run, How to pass) firmate Merce Cunningham sono state presentate dalle compagnie più prestigiose del mondo: il New York City Ballet, l’Opera de Paris, la White Oak Dance Project.