Passava le giornate a divorare romanzi

Nasce il giorno dopo Natale, il 26 di dicembre, e il destino sembra già volergli bene. È l’ultimo dei quattro figli di una famiglia di contadini, gente che lavora la terra da generazioni, gente ricca che non ha problemi economici. È il più piccolo della nidiata ed è il più coccolato, un bambino solare, con il sorriso sempre aperto. Frequenta le elementari nella scuola del villaggio, è proprio un bravo bambino, e aiuta papà nel lavoro dei campi. Ha una sola grande passione: leggere. Divora i romanzi. E sogna di diventare protagonista di un’avventura tutta sua.