La passeggiata di Corso Italia da salotto a discarica all’aperto

«Abbiamo una promenade che è tra le più belle d'Europa, e ne facciamo un uso commerciale sciatto». Non scherza sulla difesa di Corso Italia, Alberto Gagliardi.
Il consigliere comunale di Forza Italia, ha portato il degrado della passeggiata a mare in aula Rossa. L’utilizzo commerciale di cui parla è quello rappresentato dalla lunga fila di bancarelle con qualche lenzuolo steso per terra, che ogni weekend affollano il Corso il cui pavimento piastrellato, del resto, è già profondamente segnato da tracce di pattini e ruote di biciclette. Nel chiedere più severità nei controlli, visto e considerato che il transito di bici e affini sarebbe vietato, il consigliere Gagliardi ha chiesto che la passeggiata, anche in onore della memoria storica che rappresenta, sia riportata agli antichi splendori. L'assessore Roberta Morgano, con delega alla Città del Mare, ha replicato che presto saranno studiate nuove soluzioni per la promenade, partendo dall'arredo urbano. Ma il comune si impegnerà anche a trasformare il commercio «sciatto» in attività commerciale di qualità. «Anche se - spiega - il mercatino è ora molto frequentato. Evidentemente è questo che piace ai cittadini».
Alberto Gagliardi esprime non poche riserve e insiste perché gli interventi siano fatti il prima possibile. «Quello che serve - ha detto - è solo la buona volontà di un assessore e dei suoi uffici. Queste - ha aggiunto - sono le cose reali e tangibili che sono sotto gli occhi di tutti».