Passeggiate in città per riscoprire la Milano del Futurismo

Tre week-end organizzati dal Comune alla ricerca dell'estetica della forma e della velocità. L'assessore Orsatti: "Un'esplosione di vitalità tra la Pinacoteca di Brera, la casa di Marinetti o la Galleria Vittorio Emanuele che ospitò la rissa futurista immortalata da Boccioni"

Cent'anni di Futurismo da celebrare a Milano, la città dove ebbe i natali il maggior movimento del Novecento. Per festeggiare degnamente il progetto artistico di Filippo Marinetti e Umberto Boccioni, nasce "La Milano del Futurismo", un nuovo itinerario turistico inserito nel più ampio programma "100 Milano" per scoprire la città attraverso dibattiti e conferenze sul movimento. Con visite guidate e percorsi inediti per comprendere al meglio l'innata vocazione di Milano per la sperimentazione, la creatività e l'innovazione. Il progetto, nato da un'idea dall'assessore comunale al Turismo, marketing territoriale e identità Massimiliano Orsatti, è realizzato e condotto da Ad Artem.
Un itinerario inconsueto da nove appuntamenti che, a partire da sabato 14 e sino domenica 29 novembre, per tre week-end condurranno gli appassionati a scoprire il fascino segreto e la suggestione dell'intenso rapporto tra Milano e il Futurismo. "Un percorso inedito che supera la mera dimensione celebrativa del Futurismo per divenire espressione e scoperta della vivacità della nostra Milano - spiega Orsatti - Un'esplosione di vitalità e un'esperienza dinamica che può prendere avvio da una visita alla Pinacoteca di Brera o camminando sotto la casa di Marinetti o passando per la Galleria Vittorio Emanuele che ospitò la famosa rissa futurista celebrata da Boccioni, per giungere poi sino ai luoghi che hanno fatto da sfondo a molte opere del movimento futurista scoprendo come l'eleganza plastica e l'energia della città si trasforma in estetica della forma e della velocità".
La Milano del Futurismo si apre sabato 14 novembre alle 10,30 a Palazzo Reale con la conferenza "Futurismo - Fenomeno artistico e culturale, manifesto di un'epoca nuova" moderata dalla scrittrice e Ambrogino d'oro Giovanna Ferrante. Sempre sabato 14 novembre dalle 15 alle 16, insolita passeggiata futurista per famiglie con bambini nell'affascinate Casa Museo Boschi Di Stefano, via Giorgio Jan, 15. Domenica 15 alle 10,30 "Sulle tracce di Filippo Tommaso Marinetti e Umberto Boccioni" con la visita esterna delle loro case e ripercorrendo molti dei luoghi della città presenti in diversi quadri del movimento. Sabato 21 alle 10,30 saranno "I dipinti futuristi nella collezione Jesi" i protagonisti di una originale visita guidata per adulti, mentre alle 15 prenderà il via un percorso di scoperta di questi capolavori interamente dedicato alle famiglie e ai bambini presso gli spazi della Pinacoteca di Brera. Domenica 22 e domenica 29 alle 10,30 dalla Rotatoria di piazza Fontana, partirà un tram speciale che condurrà i passeggeri in un insolito viaggio nel tempo alla scoperta di una "Milano al principio del Novecento". Per concludere, sabato 28 alle ore 10,30 saranno "I dipinti futuristi nella collezione Grassi" i protagonisti di una particolare visita guidata, mentre alle 15 prenderà il via un originale percorso di scoperta di queste opere interamente dedicato alle famiglie con bambini presso gli spazi della Collezione Grassi, Villa Reale, via Palestro 14, Brera.
Tutti gli eventi della Milano del Futurismo sono a ingresso libero, con prenotazione obbligatoria. Per informazioni Ad Artem, tel. 02.6597728.