Passera: «Intesa Sanpaolo può continuare a crescere»

Intesa Sanpaolo deve cominciare a lavorare al progetto per il prossimo triennio con fiducia, con la soddisfazione del raggiungimento dei target fissati dal piano in corso: parola dell’ad Corrado Passera. «Guardiamo al futuro senza visioni eccessivamente pessimistiche, non diamo per scontato l’ingresso in una fase di recessione», ha detto il banchiere parlando a 1.500 dirigenti riuniti a Torino, sostenendo che, «alla luce dei risultati raggiunti, anche in crisi profonde come queste, chi ha le giuste strategie ne esce indenne». Per Passera, che ha anche ricostruito l’iter dell’impegno della banca nella vicenda Alitalia, bisogna ora lavorare al nuovo piano «che permetterà di costruire un futuro di crescita, basata sui pilastri fondanti di Intesa Sanpaolo: attenta gestione dei rischi, disponibilità ad investire a lungo termine, gestione ottimale della liquidità, capacità di tenere il sistema dei costi sotto controllo». È intervenuto anhe il presidente del consiglio di gestione, Enrico Salza, sottolineando «i risultati di eccellenza in quella che rappresenta la parte più tradizionale del conto economico della banca: il margine di interesse» e l’acquisizione di 100mila nuovi clienti nel semestre.