In passerella spunta Borat: l’attore fermato dalla polizia

Erano giorni che ci provava, e alla fine ci è riuscito. Sasha Baron Cohen, l’attore di «Borat» ieri ha creato scompiglio alle sfilate milanesi. Prima da Agata Ruiz de la Prada, poi da Normaluisa. Tutto per ragioni di copione, si intende, perché ormai, tolti i panni dell’assurdo reporter kazako antiamericano, l’attore inglese si è trasformato in un eccentrico giornalista di moda austriaco. Il suo nuovo personaggio si chiama Bruno, e alcune scene del film le stanno girando proprio a Milano. Così ieri mattina, travestito con un mantello nero (messo sopra un’accozzaglia di tessuti colorati) si è intrufolato sulla passerella di Agatha Ruiz de la Prada, e ha pure sfilato. Subito dopo le luci si sono spente e nel parterre hanno iniziato a fischiare e applaudire. Qualcuno gli ha urlato «bravo». Poi però nessuno ha capito più nulla. Le modelle con indosso gli abiti della nuova collezione ispirata a Velazquez, il pubblico, i giornalisti: tutti si sono chiesti se si trattasse di una performance a sorpresa. Intanto la sfilata è stata interrotta, i fotografi hanno chiamato la sicurezza, e una decina di uomini sono riusciti a portarlo via. Mentre Sasha-Bruno veniva caricato su una gazzella della polizia, la sfilata della stilista spagnola è ricominciata da capo. L’attore è stato fermato, per essere rilasciato dopo aver dimostrato la propria identità: aveva infatti lasciato il passaporto in albergo. Nel pomeriggio invece si è presentato alla sfilata di Normaluisa. Con indosso giacca e pantaloni di pelle nera e borsa dorata, ha salutato i «colleghi», si è seduto in prima fila, e ha commentato gli abiti. Come un vero giornalista di moda.
A stupire comunque Cohen ci è abituato da anni. Prima ancora di sfondare come Borat, infatti, in Inghilterra era stato lanciato da «Ali G Show», trasmissione in cui interpreta tre personaggi diversi: Borat, Ali G, e Bruno. Tutti e tre comici-giornalisti che si infilano nelle situazioni più disparate, spacciandosi per professionisti. Borat è nato da lì. Ora è la volta di Bruno. E chissà se l’impresa di ieri sarà inserita nella pellicola o nello show televisivo.
Nei giorni scorsi comunque erano falliti i suoi tentativi di disturbare le sfilate di DSquared2 e di Luisa Beccaria, che lo avevano bloccato sull’ingresso, e di Iceberg, dove era riuscito solo a creare scompiglio nel backstage. Insomma, prima o poi ci doveva riuscire. Tutto tranquillo invece alle altre sfilate di ieri. Da Love Sex Money a fare notizia è stata solo la presenza dell’attrice Laura Chiatti, mentre da Massimo Rebecchi sono comparsi il cantante Max Gazzé e l’attrice Gaia Bermani Amaral.