La passione italiana sarà l'anima della Notte Rosa

E' il tema del Capodanno dell'Estate che da venerdì 4 luglio lungo la Riviera Romagnola regalerà ai suoi 2 milioni di ospiti un calendario di eventi indimenticabili, tutti improntati all'Italian Passion. Il manifesto si richiama in chiave contemporanea al celebre bacio tra Paolo Malatesta e Francesca da Rimini raccontato da Dante

La passione si colora di rosa sulla Riviera dell'Emilia Romagna. Proprio così, perché l'edizione numero nove del Capodanno dell’Estate Italiana sarà declinato nel segno della Passione. E' questo il tema scelto per la lunga notte che venerdì 4 luglio 2014 accendera’ i 110 chilometri della Riviera Romagnola, dai Lidi di Comacchio fino a Cattolica, con concerti, feste in spiaggia, spettacoli, intrattenimento per grandi e bambini, mostre, reading letterari, gastronomia, fuochi d’artificio e tanto altro (www.lanotterosa.it).

E' la stessa passione che il mondo intero riconosce da sempre al nostro Paese e che nel tempo ha generato miti e leggende inossidabili: da Ferrari a Ducati, da Giuseppe Verdi a Luciano Pavarotti e Vasco Rossi, da Federico Fellini a Michelangelo Antonioni, da Alberto Tomba a Valentino Rossi, passando per l’alta moda italiana e senza dimenticare la passione per la buona tavola e i suoi gioielli, come il Parmigiano Reggiano, la pasta, il gelato made in Italy.

Ma la Notte Rosa 2014 celebrerà anche la passione amorosa: quella colta, di dantesca memoria, del bacio tra Paolo e Francesca nel V canto dell’Inferno. Proprio il bacio dei giovani Paolo Malatesta e Francesca da Rimini è il tema del manifesto della nona edizione, realizzato dal creativo Marco Morosini citando il ritratto dei due innamorati di William Dyce e il Bacco di Caravaggio.

Due giovani tra passato e presente (lei, in abito rinascimentale, indossa un paio di candide cuffie da lettore mp3, lui, a petto nudo e jeans, porta tatuato sul braccio il celebre verso dantesco "Amor, ch'ha nullo amato amar perdona"), si baciano dolcemente, "galeotto" un libro adagiato sulle gambe della fanciulla, proprio come nel racconto di Paolo e Francesca. Non poteva esservi tema più sentito e forte per la Notte Rosa.

La Romagna, da sempre, è la terra della passione per antonomasia. La si ritrova nel ballo liscio, con le coppie avvinghiate a ritmo di polka e mazurka, ma la si riconosce soprattutto nei sorrisi spontanei e nella gioia con cui, da sempre, si dà il benvenuto all’ospite e lo si coccola con amore e passione. La stessa Notte Rosa è nata, nel 2006, dalla passione degli operatori turistici pubblici e privati, uniti nell’intento di dare alla Riviera un volto nuovo, più fresco, sano e al passo con i tempi. Ed è tanta la passione che in queste settimane i 12 comuni della Riviera Romagnola di quattro province, gli operatori privati e la promozione turistica regionale stanno dedicando alla stesura del programma della notte più bella dell’estate, che regalerà ai suoi 2 milioni di ospiti un ricordo indimenticabile. Appassionato.