Passione, ma non solo. Ecco il grande affare del Raikkonen rallista

Confermato il tam tam di questi giorni: Raikkonen alla Citroen. Ma con questa mossa continuerà a ricevere, per un anno, i soldi dovuti dalla Ferrari per la rottura anticipata del contratto. Si vocifera siano 25 milioni

Ora, purtroppo per la F1, è ufficiale: Kimi Raikkonen ha firmato con la Citroen e parteciperà al Mondiale 2010 di rally. Il finlandese, campione del mondo con la Ferrari nel mondiale 2007, correrà la prossima stagione con lo Junior Team della Citroen. Il suo copilota sarà il connazionale Kaj Lindstrom.
Purtroppo perché, di fatto, la F1 perde il pilota più veloce in assoluto, benché fosse strano, incostante, quasi un oggetto estraneo al Circus. Però Kimi è felice e dice: «Ho sempre desiderato competere nel Mondiale rally ad un certo punto della mia carriera... grazie alla Red Bull (suo sponsor personale oltre che della Citroen, ndr) ora ho l'opportunità di guidare la migliore macchina, la Citroen C4», la stessa del campione del mondo Sebastien Loeb. E aggiunge: «È una nuova ed emozionante sfida».
Raikkonen ha firmato un accordo annuale, «poi vedremo per il futuro» ha spiegato Kimi, ma quel poi è molto a rischio. Perché la F1 è un mondo dove rientrare non è mai semplice, se non altro ai livelli richiesti da Raikkonen. E perché la stretta economica figlia della crisi ridimensionerà (l'ha già fatto) gli ingaggi, argomento, questo, a cui il gelido nordico è molto sensibile. Basti pensare che al di là del mai negato amore per i rally, la ragione principale che l'ha portato a non trovare l'accordo con McLaren e, poi, la Mercedes ex Brawn gp, è proprio il soldo. La Citroen, infatti, non gli darà molto, ma Kimi non se ne cruccia: perché se fosse passato ad altro team di F1 avrebbe dovuto dire addio ai 25 milioni previsti per il 2010 dalla chiusura anticipata del contratto con la Ferrari; scorrazzando, invece, fra i rally, se li terrà tutti. Proprio tutti. Mica scemo.