La Passione secondo Bach

Bach e ancora Bach, in questa Settimana Santa che precede la Pasqua. Per mercoledì sono previste ben due esecuzioni della Passione Secondo Matteo. La prima in Auditorium, (ore 19.30) con replica il giorno successivo e sabato prossimo (ore 19) ed è diretta da Peter Schreirer - oggi bacchetta ma a suo tempo noto tenore e specialista delle cantate bachiane. Con l'Orchestra della Verdi, sotto la sua direzione canteranno il tenore austriaco Johannes Chum, il basse-baritone tedesco Wolfgang Schiene, il soprano Ute Selbig e il mezzosoprano Ulrike Helzel. Ci sarà anche il Coro della Verdi. Ultima della serie, ma, forse - prima per notorietà - San Marco martedì (ore 19.30) si prepara a ospitare la Passione Secondo Matteo, con la International Bach Akademie Stuttgart, diretta da Helmuth Rilling con i solisti Carolina Ullrich, Anke Vondung, Mark Padmore, Corby Welch, Klaus Haeger e Rudolf Rosen Rilling, che resta un punto di riferimento per tutti coloro che affrontano un «certo» tipo di Bach, nelle sue interviste ripete spesso che «la musica deve raggiungere le persone nel profondo per portarle a riflettere e non deve essere solo consolatoria». Strenuo difensore di una maniera tutta tedesca di eseguire Bach, Helmuth Rilling resta volontariamente distante dalle esecuzioni di tipo inglese o olandese e cerca sempre di aderire anche ai contenuti emotivi della parola. Lo fa con semplicità, leggerezza e rigore assoluto. Come una farfalla sfiora l'immensità della musica senza paura, ma con esemplare rispetto. Il tutto - ma non si avverte tanta è la dedizione - si basa su equilibri sottili, frutto di amore ed esperienza per un musicista che lui ha dato prova di aver conosciuto a fondo. Bach iniziò a comporre la Passione secondo Matteo nel 1728, utilizzando anche alcune pagine della Passione di San Giovanni e venne eseguita per la prima volta nella chiesa di S. Tomaso a Lipsia il Venerdì Santo del 1727.
Passione secondo Matteo
in Auditorium
martedì e mercoledì ore 19.30, sabato 6 ore 19
in San Marco
martedì ore 19.30