A un passo dal crac Governo canadese pronto a intervenire

Nortel, il colosso canadese di infrastrutture per le tlc, ha fatto richiesta di amministrazione controllata al tribunale del Delaware. La società è stata costretta al Chapter 11 dalla drastica caduta della domanda per i suoi prodotti causata dal rallentamento dei consumi. Nortel ha un debito di 4,5 miliardi di dollari e liquidità per 2,4 miliardi. Al tempi del boom di Internet la società aveva oltre 95mila dipendenti e una capitalizzazione di 297 miliardi. Oggi in Borsa la società vale 155 milioni con circa 30mila dipendenti. Nortel era stata avvertita a dicembre del rischio di esclusione dai listini se non fosse riuscita a far risalire sopra un dollaro il valore del suo titolo oggi a 32 centesimi. Il governo di Toronto ha detto di essere pronto ad aiutare la società.