A passo di flamenco per fermare la pratica della vivisezione

Il teatro è fatto per i sogni ma il teatro dovrebbe anche aiutare i sogni a divenire realtà. È quanto si augurano i volontari dell’associazione «We have a dream» che hanno organizzato per domani sera al teatro Orione uno spettacolo di beneficenza intitolato «Flamenco es vida. Yo quiero la vida» (ore 21). La compagnia di ballo diretta da Caterina Lucia Costa, con la partecipazione straordinaria di José Ruiz ha confezionato per l’occasione uno spettacolo che attinge all’antica e complessa tradizione del flamenco per raccontare la gioia di vivere attraverso la danza. Sul palco, oltre la Costa e Ruiz, saliranno anche Sergio El Javi, Alessia Demofonti, Alessandra D’Ambrosio, Simon Andres, Eliana Ottaviano e Barbara Bellia. La serata ha lo scopo di sensibilizzare il pubblico sul tema della vivisezione e sui metodi alternativi di ricerca (grazie anche a una mostra che sarà allestita nel foyer del teatro). A questo scopo salirà sul palco anche Marina Berati che spiegherà il lavoro dell’associazione NoVivisezione.org. Il ricavato della serata servirà a sostenere le attività dell’associazione «We have a dream». Info: 347.3138885.