Il pasticcio Zone Blu con i cartelli sbagliati: un rebus il parcheggio

Paolo Lonegro

L'entrata a regime delle zone blu del centro e di Castelletto ha di fatto «circondato» alcune vie laterali: via Montesano, via Groppallo, via Felice Romani e via Peschiera, escluse dalla Zona Blu, sono restate agganciate alla Zsl, ossia zona sosta limitata per i residenti che abbracciava appunto il centro e Castelletto.
La segnaletica così è rimasta invariata, concedendo ai residenti il privilegio della sosta dalle 8 del mattino alle 19 della sera. Ma non solo: chiunque avesse esposto il cartello rilasciato a suo tempo dalla circoscrizione, senza scadenza di sorta, ma segnalante di essere del «centro» o di «Castelletto» avrebbe potuto comodamente lasciare lì l'auto. Ed in parecchi, pur di risparmiare 25 euro di bollino blu, hanno optato di fare due passi in più dalle vie adiacenti (via Galata, via Colombo, via Assarotti) per raggiungere l'auto, pur di risparmiarsi l'obolo, a scapito di chi realmente risiede nelle strade protette dalla Zsl. Proteste, lettere, il Comune s'avvede, dopo circa sette mesi e decide: cambiamo Zsl. Dal centro e Castelletto, spostiamo alla bassa Valbisagno queste strade, così i contrassegni pirati non hanno più valore. Decisione tutto sommato saggia, in quanto via Montesano confina, immettendosi in corso Montegrappa, con questa Zsl.
Ma ecco che arriva la prodigiosa Aster: nella settimana dell'Immacolata avviene la sostituzione dei cartelli. All'imboccatura di via Groppallo e via Peschiera compare un bel cartello che indica la Zsl bassa Valbisagno, ma l'orrore avviene nelle vie. Viene installato un sibillino cartello blu, con una «P» bianca che indica (codice della strada alla mano) posteggio libero. Al di sotto del quale compare una mini targhetta con una scitta indecifrabile: «In regime di Zsl - os 127/2006». Un rebus, che neppure i «cantunè» intervenuti in zona capiscono.
Ma la vera beffa l'Aster la riserva a chi risiede in via Felice Romani, salita delle Fiescine e via Peschiera. Gli addetti alla sostituzione dei cartelli finiscono queste enigmatiche targhette e, spinti da uno zelo fuori del comune, continuano a sostituire i cartelli indicanti la Zsl con quelli blu, che indicano il libero parcheggio. Un'idea geniale, senza dubbio, che inguaia nel giro di ventiquattr'ore la zona. Dopo nuove proteste dei residenti, ecco che venerdì l'Aster compie il miracolo: installa le famigerate targhette, ma copre con dei banalissimi sacchetti della spazzatura tutti i segnali, da via Groppallo a via Peschiera, coprendo anche quelli di via Montesano. Il perché non lo sa nessuno. La polizia municipale annaspa nel buio, ma un'approfondita indagine conoscitiva presso la sezione Mobilità e Trasporti del matitone, mette a nudo la allucinante verità: i cartelli sono sbagliati, devono essere rifatti. Allora è meglio coprirli. La morale: se l'Aster non esegue un'ordinanza del Sindaco, allora per chi lavora?