Pastorino, l’artista dell’emozione

Sembra di sentire il profumo fresco di un campo di lavanda o il calore del sole sulla pelle mentre si passeggia in quella che De André chiama «creuza de ma» nella calura di agosto. Ci sono paesaggi marini e l’aria aspra di certe giornate in Liguria sulle tele di Carlo Pastorino che dipinge ormai da vent’anni esplorando diverse tecniche e inseguendo intuizioni che hanno fatto di lui un artista molto apprezzato e premiato tanto dalla critica quanto dal pubblico. Pastorino è un artista sempre alla ricerca delle emozioni che la Liguria più offrire. È la sua terra - lui, nativo di Arenzano, borgo marinaro, lo sa bene - che gli regala un’intensa ispirazione. A volte struggente come nelle tele che propongono spiagge popolate solo da sdraio e ombrelloni, a volte esplosiva come nei quadri dei paesaggi schiacciati dal solleone. Mai malinconica, sempre vibrante. I quadri di Pastorino sono tutti di grandi dimensioni, quasi che l’ispirazione che tiene costantemente teso l’artista alla ricerca di nuovi spunti sia talmente forte da risultare incontenibile. Per vedere le sue opere, in mostra fino alla fine di agosto alla galleria «Noli arte», in via Loggia delle Repubblica, a Noli, ci si può anche collegare al sito www.carlopastorino.it.