Pat, col bel canto arriva la solidarietà

Vivaldi, Rossini, Puccini ma anche Mascagni e Strauss. Due orette di bel canto, selezionati artisti e la grande soprano Denia Mazzola Gavazzeni che dona la sua voce. È AbHarmoniae onlus che prosegue al Pio Albergo Trivulzio il suo percorso di «servizio alle comunità» dove «la voce che canta è terapia dell’anima».
Sì, sostegno e conforto ma anche solidarietà e sollievo per gli anziani ospiti che non solo trovano svago ma pure memoria del passato. Come dire: spettatori e protagonisti di un recital di talentuose voci - Caterina Vuluta Borruso, Isabel De Paoli e Graziano Dalla Valle - accompagnate dai pianisti Eleonora Barlassina e Loris Pevereda. Appuntamento che nel pomeriggio domenicale ambrosiano dà l’opportunità di fare e ricevere un gesto di calore. Applausi su applausi nell’auditorium di via Trivulzio, che apre le porte al concerto invece annullato alla vigilia dell’andata in scena dalla Casa Verdi di piazza Buonarrotti.
Anche mamma Rosa Berlusconi è in prima fila a godersi queste arie d’opera e da salotto. Ascolta l’omaggio di AbHarmoniae alla musica cantata tra il Settecento e il Novecento. Tra sette giorni, Denia Mazzola Gavazzeni, omaggia Santa Caterina da Siena con la Petite messe solennelle di Gioachino Rossini. Appuntamento alle 19.15 al Santuario S.Maria del Fonte a Caravaggio.