Patente, migliaia di punti mai tolti

Tante multe, pochi i punti tolti dalle patenti degli italiani. O almeno, se il provvedimento viene preso, spesso non viene comunicato al ministero dei Trasporti, spesso anche per problemi di collegamento. Secondo un’inchiesta del settimanale L’Espresso, in 4.340 comuni italiani su 8.157 i vigili non avrebbero mai comunicato al ministero una sola decurtazione dei punti (col picco di zero segnalazioni a Vibo Valentia). Un altro fattore che ha contribuito a far esaurire «l’effetto patente a punti» nel primo anno di applicazione, quando i morti al volante erano diminuiti del 18%, per passare poi allo 0,3% indicato dai primi dati ufficiosi del 2006. Solo un automobilista su 700, in quattro anni dall’introduzione della legge, ha dovuto rifare l’esame a seguito dell’azzeramento dei punti: «Ben 28,5 milioni di automobilisti vantano una fedina automobilistica immacolata con 22 punti, il massimo. Solo sette milioni (uno su cinque) hanno subito una decurtazione e ben 127.861 sono riusciti a recuperarla frequentando i corsi “di riparazione” delle scuole guida».