Patenti e libretti / 3

Patente a punti per intellettuali, Commissione disciplinare. Seguono deliberazioni. Si ricorda che il punteggio è subordinato a: 1) Gravità dell’asserzione fatta su giornali o libri; 2) Tempo trascorso dall’asserzione a oggi; 3) Boh. Imputato Claudio Fracassi, 1974, citato ne la Stampa del 18 giugno 1992: «La ricostruzione dei fatti è carente o addirittura assente. Come si può pretendere che trovino spazio e uditorio, nel vuoto lasciato dalla storiografia, le interpretazioni di parte fornite da Solgenicyn?». Patente ritirata. Imputato Paolo Villaggio, Tuttolibri, 1° novembre 1975: «Viviamo in un paese fascista. Tutti sono disposti ad accettare un capolavoro da Moravia, ma non da me». Patente privata di punti 1. Imputato Sandro Curzi, Nuova Generazione, agosto/settembre 1957: «Eccola finalmente la patria dei Soviet, questo paese che amiamo da sempre, che è stato parte dei nostri sogni, delle nostre aspirazioni, la cui realtà ha dato forza ai nostri ideali, questo paese al quale più che a ogni altro ci lega la fratellanza, la solidarietà, la coscienza dell’immenso potere che ha l’uomo di costruire un mondo veramente e originariamente “nuovo rivolto all’avvenire, aperto al progresso più audace”. Nel grande e ancora troppo sconosciuto paese dei Soviet c’è un popolo che vive e lotta per un domani di pace e di amicizia». Prescrizione del reato. La Commissione si aggiorna.