Pato si sveglia alla fine Quagliarella, che errore

UDINESE
7 HANDANOVIC. Para bene, anzi benissimo. Al Milan lo tengono d’occhio per il futuro. Scelta intelligente.
6,5 ZAPATA. Sbarra la strada a chiunque tranne che a Ronie.
6 CODA. Promette bene e mantiene meglio tranne nel finale.
5,5 LUKOVIC. Il lato debole della difesa: qui si infilano tanti.
6 MESTO. Alla distanza perde colpi e anche la velocità.


4 D’AGOSTINO. Gioca sempre coperto e rilancia poche volte.


5 EREMENKO. Capisce poco della vicenda. Dal 6’ st OBODO 5 Decisiva la sua balbuzie nel finale.
6,5 DOSSENA. Sul binario costringe Gattuso e Seedorf a durissime rincorse.
6 PEPE. Inizio alla Garrincha, poi si perde per strada.


5 QUAGLIARELLA. Manca un gol facile facile in area.
6,5 DI NATALE. È la vera musa dei friulani: sui suoi tocchi vanno a nozze tutti, Dossena e Pepe in particolare.

All. MARINO 6. La sua partita è un capolavoro tattico macchiato da un errore dei suoi.

MILAN
7 KALAC. Non è una scoperta ma una conferma di giudizi dettati dagli allenamenti. Così toglie il posto a Dida. Alleluia.
6 BONERA. Non ha il passo né la vocazione per attaccare ma almeno difende con intuito e determinazione: con Totò c’è da ballare la rumba.
6,5 NESTA. Da solo o quasi tiene in piedi una difesa esposta a troppi rischi e alle incursioni altrui. Nel finale si lancia all’assalto.
6,5 KALADZE. Attento e appuntito. Vince tutti i duelli, anche in velocità, con il deludente Quagliarella.
6 FAVALLI. Si espone troppo nel primo tempo, resta in trincea nella ripresa: quando c’è bisogno non si tira mai indietro.
6,5 GATTUSO. Merita un premio doppio per la fatica fatta e i chilometri corsi a coprire tutte le «magagne» di Seedorf & co.
6,5 AMBROSINI. Tiene la posizione, vince un po’ di duelli sparsi in ogni zona del campo e «cicca» una palla in area.
5 SEEDORF. Pesta i piedi a Kakà, non marca e prova a rimpiazzare Pirlo su un calcio di punizione.
6 KAKÀ. È uno di quelli «rovinati» dal nuovo modulo, che non gli procura gli spazi desiderati. Ma quando c’è da fare una magia, eccola.
6 RONALDO. È sempre fermo, come un palo. Ma spara da ogni posizione come un vecchio cannone da brigantino. Prende un palo e mette alla prova Handanovic. Dal 38’ st GILARDINO 7. Finalmente un pomeriggio da incorniciare per lui.
5 PATO. Ecco il basso, puntualissimo, dopo l’alto del debutto. Apparecchia in tutto un paio di numeri e partecipa in modo decisivo al blitz rossonero. Dal 47’ st EMERSON sv.

All. ANCELOTTI 6. Non convincono né la formula adottata, né gli accorgimenti studiati per l’occasione. Deve cambiare qualcosa per il futuro, non certo il portiere.

Arbitro FARINA 5. In qualche valutazione sembra che si voglia far perdonare Palermo dal Milan.