Patria presidente Commissione Finanze

Renzo Patria, deputato di Forza Italia, è il nuovo presidente della commissione Finanze della Camera. Lo ha annunciato in aula il presidente Pier Ferdinando Casini. Patria è stato eletto ieri pomeriggio con i voti della maggioranza, ottenendo 20 a favore e 2 schede bianche. L’opposizione si è astenuta e non ha contrapposto alcuna candidatura alternativa. Patria succede ad Antonio Marzano, passato alla presidenza del Cnel. Prima di loro era stato Giorgio La Malfa a guidare la commissione, lasciando poi l'incarico nell’aprile scorso, quando fu nominato ministro per le Politiche comunitarie.
Renzo Patria corona così un lungo cursus honorum percorso proprio in questo organismo parlamentare, di cui è stato membro nella ottava, nona, decima e undicesima legislatura, quando venne eletto nelle file della Dc. Ha ricoperto numerosi incarichi parlamentari: è stato vice presidente della commissione Finanze, deputato segretario e deputato Questore della Camera. Iscritto a Forza Italia dopo la diaspora democristiana, è tornato a Montecitorio all’indomani delle elezioni del 2001, eletto nel collegio di Novi Ligure. Nato a Frugarolo (in provincia di Alessandria), cittadina della quale è stato sindaco nel 1964 e nel 1970, compirà 72 anni il prossimo 10 novembre. Laureato in Economia e commercio, consulente aziendale, ha ricoperto tra l'altro il ruolo di presidente di Finpiemonte Spa, l'Ente Strumentale della Regione Piemonte. Tra i primi atti della legislatura ha presentato una proposta di legge per per la tutela dell’embrione e la dignità della procreazione assistita, poi confluita nella legge sulla fecondazione.