Il patron di Miss Italia dice no alle scommesse

La partecipazione al villaggio di Salsomaggiore del primo bookmaker telematico italiano, determinata in forza di un preciso contratto di sponsorizzazione sottoscritto con la società Consorzio Gruppo Eventi che si occupa dell'organizzazione del Villaggio Miss Italia per conto della Miren International s.r.l, è stata oggetto di un ingiustificato nonché incomprensibile veto da parte del Patron Mirigliani. La sopravvenuta impossibilità di Totosì di partecipare al villaggio di Salsomaggiore sarebbe stata determinata dalla ben nota posizione del Patron Mirigliani in merito all'inopportunità di fare oggetto di scommesse Miss Italia per rispetto della dignità delle ragazze, riportando testualmente una laconica comunicazione ricevuta dalla Miren International. È interesse di Totosì, nonché necessaria tutela dei propri clienti ed azionisti, ribadire la propria intenzione di proseguire, conformemente alle indicazioni rese pubbliche dall'AAMS, nella raccolta delle scommesse sull'evento in questione nel pieno rispetto che quotidianamente Totosì adopera nei confronti di ciascun evento, ivi inclusi i relativi protagonisti, sul quale è possibile scommettere. Totosì ha, altresì, interesse a rendere pubblica la propria decisione di non richiedere nell'immediato, pur essendone in pieno diritto, alle competenti autorità giudiziarie gli opportuni provvedimenti che, dato il predetto inadempimento contrattuale, avrebbero potuto determinare effetti negativi sul Villaggio Miss Italia.