Patti Smith fa l’«ospite» Bauhaus attesi dai dark

Luca Testoni

Oggi. Il popolo dark milanese è in fibrillazione per il passaggio in città del tour che celebra la nuova reunion dei londinesi Bauhaus. A confermarlo il "tutto esaurito" dello show all'Alcatraz dei quattro precursori del gothic-rock anni Ottanta. Tutt'altra musica con il bravo cantautore rock tosco-campano Marco Parente di scena alla Casa 139.
Domani. Al via al Teatro Nazionale la "tre giorni" della Pfm. Si parte con "Stati d'immaginazione", uno show multimediale che unisce i classici di un repertorio ultratrentennale a un curioso esperimento musical-tecnologico-visivo.
Mercoledì. Ci sarà Vittorio De Scalzi, questa sera al Nazionale, che dopo il "Concerto grosso" proporrà i successi dei New Trolls. Ricerca e sperimentazione sono alla base di "Chistionada de mei", debutto discografico della cantautrice sarda Simona Salis, dal vivo alla Casa 139.
Giovedì. Sempre alla Casa 139 approda il dream pop in versione acustica del duo californiano dei Devics, mentre i Lords of Altamont, la nuova garage-rock band dell'ex Fuzztones Jake Cavaliere, sono ospiti del Transilvania Live.
Venerdì. Di nuovo la Pfm al Nazionale: stavolta con due concerti dedicati a Fabrizio De André. Numerose le ospitate: oggi tocca a Morgan, Cristina Donà e Dolcenera; domani a Patti Smith. In alternativa: l'indie-rock suadente e malinconico degli scozzesi Arab Strap (al Rainbow); il nuovo tour (in versione intima e meno rumorosa del solito) dei rocker piemontesi Marlene Kuntz (al Live Club di Trezzo d'Adda).
Sabato. "Tutto esaurito", naturalmente, anche per i Depeche Mode, longeve star del synth-pop made in England, oggi e domani dal vivo al Forum di Assago sulla scia dell'ultimo cd "Playing the angel".