«Patto d’acciaio per la nostra Milano»

Roberto Formigoni si «allea» con Letizia Moratti per il futuro di Milano. Patto che si traduce in dieci temi caldi - dalla casa alle infrastrutture, dai trasporti all’ambiente passando per l’ambiente e la «sburocratizzazione» - e che si condensa in una legge «speciale per Milano».
«Legge che consentirebbe al sindaco Moratti di utilizzare alcune competenze della Regione Lombardia» spiega il presidente Formigoni, mentre Letizia Moratti chiosa che «questa legge deve rendere più facili le decisioni di realizzazioni che sarebbero al di fuori delle competenze del Comune». Impegno condiviso tra chi ha cuore il bene dei milanesi e, ricorda il sindaco della Casa delle Libertà, ha un programma elettorale che «prevede due grandi linee direttrici: sostegno al reddito e sviluppo». Temi che Letizia Moratti concretizza pure con l’ufficio per la tutela dei consumatori. Intanto, il competitor Bruno Ferrante nel confronto tv con Letizia Moratti inciampa e scivola anche sui suoi supporter, tra cui c’è un autonomo appena scarcerato per i disordini di corso Buenos Aires.